La memoria di questi Martiri è attestata da numerosi e antichi Martirologi. Nel Martirologio Romano antico, che ricorda in questo stesso giorno anche Sant’Ippolito, si legge: “In Portu Romano sanctorum Martyrum Martialis, Saturnini, Epicteti, Maprilis et Felicis, cum Sociis eorum”. Altri Martirologi specificano i nomi dei compagni: Pellegrino, Aprile, Giusto, Giulio ed Aurea.

E’ del tutto probabile che i nostri Martiri fossero pellegrini giunti a Roma per venerare le tombe degli Apostoli, e che proprio nel Porto della capitale dell’Impero abbiano trovato la morte testimoniando la fede in Cristo.

Alcuni studiosi, tra cui il Card. Baronio, collocano la data del martirio nell’anno 229, immaginando che i Martiri fossero compagni del Vescovo Sant’Ippolito, primo Vescovo di Porto ed egli stesso Martire; altri propendono per una collocazione nell’epoca immediatamente sub-apostolica, verso il 100.