La Compagnia Teatrale GAT Santa Gemma è un sodalizio artistico relativamente giovane. Nasce a Roma sul finire del 2012 per la volontà del compianto Padre Federico Pirozzi, parroco della nostra Parrocchia dal 1997 fino alla sua scomparsa nel 2014. Padre Federico, partenopeo di nascita, aveva un sogno nel cassetto: riuscire a far conoscere i testi dei De Filippo, di Scarpetta e di altri autori che hanno reso famoso il teatro napoletano ai suoi fedeli.

Per realizzare questo sogno, coinvolse alcune componenti dell’associazione sportiva dilettantistica attiva in seno alla parrocchia facendo affidamento sull’esperienza di qualcuno di loro che con il teatro amatoriale aveva già maturato diversi anni di esperienza. Ben presto altri amici e conoscenti, tutti spinti dal desiderio di misurarsi con le tavole del palcoscenico che campeggia nell’oratorio della parrocchia, diventa la “casa” della neo-costituita Compagnia Teatrale GAT Santa Gemma.

Cominciano in questo modo le prove per la messa in scena del primo spettacolo teatrale costituito da quattro atti unici dei fratelli De Filippo. Lo spettacolo viene intitolato “Loro… di Napoli” in omaggio al famoso film di De Sica – “L’oro di Napoli”. Con pochi mezzi a disposizione, con scene di stoffa e costumi recuperati dagli armadi di ciascuno degli attori ma spinta dalla passione, dalla voglia di stare insieme, di divertirsi e di divertire, la compagnia va’ in scena nel febbraio del 2013 e le tre serate previste diventano sei per accontentare gli oltre 600 spettatori che, grazie al passaparola, assistono allo spettacolo. Il ragguardevole incasso dello spettacolo è interamente devoluto in beneficenza alla parrocchia per le opere di carità del caso.

Da allora, anno dopo anno, attori e tecnici hanno fatto passi da gigante, realizzando scene e costumi sempre più pregevoli e inscenando testi sempre più impegnativi senza mai abbandonare il progetto principale di Padre Federico: attingere all’ampio repertorio del teatro napoletano.

Vengono quindi messi inscena altri due spettacoli: “Morire… dal ridere” (altri tre atti unici dei De Filippo) nel mese di luglio del 2014 ed il primo testo sviluppato su più atti: “La Lettera di Mammà” di Peppino De Filippo, nel novembre del 2015.

A gennaio 2017 la prima trasferta oltre le pareti dell’Oratorio San Gabriele: il GAT Santa Gemma porta in scena “Il Medico dei Pazzi” di Eduardo Scarpetta in rassegna presso il Teatro di Poggio Moiano (RI), spettacolo replicato due settimane dopo anche in parrocchia, con un successo di pubblico incredibile, una diretta facebook seguita da oltre 200 spettatori e visualizzata negli ultimi due anni da oltre 2000 utenti del Social Network.

Ogni rappresentazione è stata un successo andato al di là di ogni aspettativa: i 600 spettatori del 2013 diventano 750 nel 2014 e ancora 800 spettatori, con 7 repliche, nel 2015, fino a superare le 1200 unità con la commedia del 2017.

La Compagnia diventa sempre più conosciuta e grazie anche alla intraprendenza di alcuni attori, che lavorano come infermieri presso l’Ospedale “San Filippo Neri” di Roma, viene ingaggiata per realizzare alcune repliche al fine di raccogliere fondi per l’acquisto di una speciale macchina incubatrice per il reparto di Terapia Intensiva Neonatale.

Anche la Diocesi si interessa al fenomeno della Compagnia Teatrale GAT Santa Gemma ed in occasione degli ultimi spettacoli, gli attori ed i tecnici hanno l’onore di ospitare in platea il Vescovo della Diocesi di Porto-Santa Rufina, S.E.R. Mons. Gino Reali.

Nel 2018, rinfrancata anche dalla rinnovata fiducia del nuovo parroco, Padre Aurelio D’Intino, ed il Padre Superiore dell’annesso convento dei Padri Passionisti, Padre Leonello Leidi, ripongono nell’operato della compagnia, il GAT ha lavorato alla messa in scena di un testo comico di Gaetano De Maio: “Madama Quatte Solde” portato in scena anche a giugno durante i festeggiamenti patronali in onore di Santa Gemma Galgani. Lo spettacolo è stato replicato all’inizio di febbraio del 2019 per altre due serate, date le numerose richieste da parte del pubblico.

Nel 2019, il GAT torna sul palco dell’Oratorio San Gabriele con “I Menecmi” di Plauto.

La Compagnia è già al lavoro per continuare a divertire il suo pubblico con una nuova messinscena e per contribuire ancora alla diffusione della cultura teatrale nel quartiere non dimenticando mai la dedizione e l’amore per il prossimo di Padre Federico.

GALLERIA DELLE LOCANDINE DEGLI SPETTACOLI

Questo slideshow richiede JavaScript.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Questo slideshow richiede JavaScript.