dal giornalino parrocchiale n°25 (Natale 2006)

Il giorno 1° dicembre 2006 nell’infermeria provinciale dei passionisti presso il Santuario Nostra Signora delle Grazie e di Santa Maria Goretti di Nettuno si è spento nel Signore P. Anselmo Grassi superiore di questo ritiro di S. Gemma e Vice Parroco di questa Parrocchia Sante Rufina e Seconda.

Padre Anselmo era nato ad Allumiere, presso Civitavecchia, il 26 settembre 1915 e gli fu messo il nome di Febo che alla professione religiosa nel 1932 mutò in Anselmo.

Fu ordinato sacerdote a S. Angelo presso Vetralla nel 1939.

Ricoprì vari incarichi di superiore, economo e consultore provinciale. Ma forte fu il suo impegno nella predicazione e nell’apostolato. Cappellano di varie parrocchie e istituti religiosi per vari anni servì la parrocchia di Torre Gaia. Trasferito nella nostra Parrocchia, zona che già ben conosceva per aver precedentemente preso cura dietro mandato dei superiori della struttura che oggi ospita la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”, vi espletò l’ufficio di Parroco, superiore e vice parroco.

Per la conoscenza diretta avuta di Padre Bernardino Mastroianni la chiesa di Santa Gemma e la struttura annessa, alla morte di questi fu consegnata ai Passionisti.

Lievemente ammalato da qualche mese, in modo quasi repentino, mentre tutti ci attendevamo un miglioramento, il Signore lo ha chiamato a sé.

I solenni funerali si sono svolti nella nostra Chiesa di Santa Gemma. Il rito è stato officiato dal superiore generale, presente anche il superiore provinciale, i suoi confratelli e circa 40 sacerdoti. Era anche presente Mons. Diego Bona che lo aveva accolto come parroco. Il vicario generale Mons. Alberto Mazzola delegato dal Vescovo ha letto a nome dello stesso una bellissima lettera e che insieme all’omelia tenuta dal padre generale, ha commosso tutti i numerosissimi fedeli presenti.

Nel pomeriggio la salma è stata trasportata ad Allumiere dove, dopo la S. Messa nella chiesa parrocchiale, è stata sepolta nella cappella destinata a tutti i sacerdoti nativi del paese dove riposa in attesa della resurrezione finale.

Sia a Lui pace eterna.

Padre Federico Pirozzi, parroco

Categorie: QUOTIDIANO