Domenica 1° Dicembre alle 17.00 in Cattedrale la Messa di apertura.


Ricorre quest’anno il IX Centenario dell’unificazione della Diocesi di Porto con quella delle Sante Rufina e Seconda, disposta nel 1119-1120 dal Papa Callisto II.  L’avvenimento viene celebrato con uno speciale Anno Giubilare che inizierà il 1° Dicembre prossimo per poi concludersi il 29 Novembre del 2020. L’espressione “Ex Duabus Una”, che si legge del decreto papale, evidenzia la comunione ecclesiale e per questo è stata scelta come tema dell’Anno Centenario. Nella sua lunga storia, la nostra Diocesi riscopre la propria vocazione ad essere casa accogliente e riva di approdo alla Sede di Pietro.  Per l’Anno Giubilare il Vescovo ha ottenuto dalla Penitenzieria Apostolica la concessione straordinaria dell’Indulgenza Plenaria in favore dei fedeli che, alle solite condizioni (Confessione, Santa Comunione e preghiera secondo le intenzioni del Papa) visiteranno devotamente questi luoghi: 1) la Chiesa Cattedrale a La Storta; 2) il Santuario di Nostra Signora di Ceri Madre della Misericordia; 3) il Santuario di Santa Maria della Visitazione a Santa Marinella; 4) il Santuario di Santa Maria in Celsano Madre della Consolazione. Non è difficile cogliere l’opportunità di quest’Anno Giubilare. Infatti, la riscoperta della storia e dell’identità peculiare della nostra Chiesa è l’occasione per crescere nella comunione e camminare sulle strade della missione verso chi ancora non conosce il Signore Gesù Cristo. Per questo, il Vescovo chiede che vengano approfondite le ragioni della fede e dell’appartenenza a Cristo nella Chiesa, con un chiaro invito ad amare la Parola di Dio e a conoscere la dottrina della Chiesa. Per questo verranno proposte iniziative di carattere spirituale, formativo e culturale. In particolare, nella prossima Quaresima Monsignor Reali avvierà come un pellegrinaggio in tutte le Parrocchie, celebrando ogni giorno la Messa in ogni comunità della Diocesi.  Appuntamento per tutti, allora, domenica 1° dicembre alle ore 17 in Cattedrale, per la solenne Messa di apertura dell’Anno Giubilare. Al termine della celebrazione verrà consegnata ai Parroci la Lampada del Giubileo, che sarà per tutti un segno di fede, di unità e di pace; verrà tenuta accesa in ogni comunità per tutta la durata dell’Anno Santo e ci ricorderà il dovere di vivere l’unità della fede e della carità.

Mons. Alberto Mazzola
Vicario Generale 

da: www.diocesiportosantarufina.it

Categorie: QUOTIDIANO