I genitori si chiamavano Luigi e Margherita Neri. Battezzato con il nome di Angelo, entrò nel noviziato passionista del Monte Argentario e professò i voti il 27 maggio 1898 con il nome di Generoso del SS. Crocifisso.

Proseguì gli studi nelle case passioniste della Presentazione al Monte Argentario, a L’Angelo di Lucca e ai Ss. Giovanni e Paolo in Roma.

Il 24 settembre 1904 venne ordinato sacerdote. Svolse gli impegni apostolici tipici della congregazione dei Passionisti e assolse ad alcuni incarichi come vice-superiore e poi superiore alla Scala Santa, ai Ss. Giovanni e Paolo e a L’Angelo di Lucca.

Venne mandato in Sicilia per avviare la fondazione della congregazione nell’isola il 29 marzo 1915.

Chiamato alle armi nel 1915, partecipò a tutte le vicende belliche della Prima guerra mondiale, compresa la ritirata di Caporetto, come addetto alla sanità.

Il 25 luglio 1920 aprì la casa passionista di Mascalucia (CT), in località San Rocco. Nel 1922, il 27 agosto, promosse e realizzò la solenne incoronazione della sacra icone della Madonna del Romitello (Borgetto), presso Trapani. Fondò il mensile religioso L’Addolorata.

Il 26 maggio 1938 si trasferì con la comunità da San Rocco nella nuova residenza (posa della prima pietra il 28 ottobre 1945) dove sorse il santuario della Madonna Addolorata, sopra il paese di Mascalucia, che venne iniziato il 24 settembre 1954. Fu provvidenzialmente aiutato nell’impresa dalla venerabile Lucia Mangano e da altri benefattori.

La nuova casa passionista di Mascalucia venne inaugurata nell’ottobre 1949.

Morì, colpito da trombosi, il 9 gennaio 1966 e venne tumulato nel santuario dell’Addolorata di Mascalucia, accanto alla tomba della venerabile Lucia Mangano.

Il 27 marzo 2013, papa Francesco autorizzò la Congregazione delle Cause dei Santi a dichiarare padre Generoso venerabile, avendo esercitato le virtù in grado eroico.